Dott. Guadagnino Salvatore

Dirigente

Indirizzo: Via Gen. Diaz n. 77 (ex ferrotel)
Tel: 0932 514410

Cell. 3355705453
Fax: 0932 514491
dirigente.servizisociali@comunevittoria.gov.it
dirigente.servizisociali@pec.comunevittoria.gov.it

Consulta Femminile

Consulta Comnunale Femminile

La Consulta Comunale Femminle, ai sensi e per gli effetti previsti dell’art.11 dello Statuto del Comune di Vittoria e per quanto previsto dalla legge 10/04/91 n.125, viene istituita per la prima volta, il 17/03/97, con delibera n.80.

La Consulta Comunale Femminile attuale viene costituita il 15 marzo 2005 con l’elezione a presidente, della signora Dora Guarino.

Finalità

La Consulta Comunale Femminile ha, in relazione alle reali esigenze locali, l’obiettivo primario di affrontare i problemi della condizione femminile e delle pari opportunità in tutte le situazioni e gli ambiti che la Costituzione in generale e la tutela in particolare, hanno dettato con leggi in vigore, tenendo presenti la dignità ed i valori di cui è insostituibile portatrice la donna, sia nell’ambito della famiglia, sia nell’ambito della società, come all’interno delle Istituzioni pubbliche e private.

La Consulta inoltre:

a) promuove ogni altra attività idonea a sollecitare e valorizzare il ruolo della donna;

b) sostiene e coordina politiche di pari opportunità tra uomo e donna;

c)attiva e sollecita tutte le iniziative tese al superamento dei fattori di discriminazione e di disuguaglianza che pesano sulla donna, con particolare attenzione al rapporto donna-lavoro.

d) interloquisce con la Giunta e l Consiglio Comunale, le U.S.l., il territorio nelle sue articolazioni nell’ambito sindacale, nelle associazioni di categoria, economiche ed imprenditoriali, nel mondo della scuola e dell’università, sui comitati di gestione e partecipazione sociale dei consultori e tra le donne e le loro forme di rappresentanza

L’attività della Consulta comunale femminile si potrà esplicare anche attraverso:

1 .produzione e diffusione di materiale di informazione e la promozione di iniziative esterne tese a favorire la diffusione della Cultura delle Pari Opportunità;

2. la predisposizione di proposte di azioni positive per accrescere e consolidare qualitativamente la presenza e la promozione delle donne nel mondo del lavoro;

3. proposte di progetti di formazione e riqualificazione professonale in rapporto con i centri di formazione;

4. la vigilanza sull’applicazione delle norme e delle leggiattuali e future per la realizzazione della parità e dei diritti, sia nei settori privati, sia nei settori pubblici, con particolare riguard, per questi ultimi, alla formazione professionale, orientamento scolastico, cultura, programmazione.

5. Proposte di soluzione relative alle problematiche di creazione di adeguati servizi sociali( asili nido, scuola materna, scuole a tempo pieno, consultori familiari…) a sostegno della famiglia e della vita dei componenti più deboli della società( minori, anziani, invalidi, handicappati..) nel quadro di una coerente ed efficace collaborazione tra società, istituzioni e famiglia;

6. Proposte di soluzione relative a problematiche sulla tutela dell’ambiente e del patrimonio artistico-culturale del territorio e proposte di soluzioni relative alla promozione delle più utili iniziative per il miglioramento delle strutture urbane ed extraurbane (isole pedonali, verde pubblico, viabilità, parcheggi, trasporti urbani, impianti sportivi…)

7. Proposte di soluzioni relative a problematiche per la difesa della pace, della solidarietà e dei diritti umani.
Inizio Pagina

Composizione della Consulta

La Consulta è composta da donne scelte ciascuna da nominativi segnalati dalle Organizzazioni ed Associazioni più rappresentative, operanti in sede locale da almeno tre anni, dalle Scuole, dai Partiti politici, dai movimenti sindacali.

La Consulta Femminile, nella sua struttura organizzativa ed in conformità all'art. 8 del proprio Regolamento ha individuato 4 aree di studio:

* 1 Famiglie - Salute - Servizi
* 2 Istruzione - Lavoro - Imprenditorialità
* 3 Ambienti - Beni Culturali - Turismo (Sport)
* 4 Politica - Approfondimento differenza di genere

Scelta del logo

La Consulta Comunale Femminile ha scelto un logo che rappresentasse le donne della Consulta. L’immagine simbolo dell’impegno sociale coniugato al femminile, ideato e realizzato da Maria Amorelli, architetto e socia della Consulta, raffigura sullo sfondo oltremarino, una donna, colta in atteggiamento ieratico e sognante come per tenersi distaccata dalle inquietudini della società in attesa di rinvigorirla. Un patto sociale che le donne della Consulta hanno siglato con la loro città dal 15 marzo 2005.

Nome e CognomeTelefonoE-mail
Li Perni Maria Concetta 0932/514425
Puglia Patrizia0932/514428patriziapuglia@comunevittoria.gov.it
Scollo Maria Teresa0932/514411
Trovato Aurora0932/514405
Alescio Salvatrice0932/514405
Puccio Rosa Alba0932/514417
Carbonaro Tiziana0932/514414tizianacarbonaro@comunevittoria.gov.it
Casabene Chiara0932/514493concettacasabene@comunevittoria.gov.it
Raniolo Maria Carmela0932/514420
Incremona Fausta0932/514403
Nicosia Albertoalbertonicosia@comunevittoria.gov.it
Consolino Giovanni0932/514490giovanniconsolino@comunevittoria.gov.it
Fiorellini Antonietta
Raniolo Giovannigiovanniraniolo@comunevittoria.gov.it
Russo Patriziapatriziarusso@comunevittoria.gov.it
Casa Giorgiogiorgiocasa@comunevittoria.gov.it
Cannizzo Anna
Sfrazzetto Irene0932/514493
Pennacchio Ornella
Pinetti Giovanna
Lo Magno Giombattista0932/514401
Trufolo Biagia
Garufi Venerina
Faseli Alfonso0932/514490
CENTRO DONNA
Perucci Camilla
Barravecchia Giuseppina
ASILO NIDO0932/987550
TRASPORTO ALUNNI0932/864010
CENTRO CUCINE - RODARI
0932/868497
CENTRO CUCINE - PORTELLE DELLE GINESTRE
0932/865053
  • Alloggi I.A.C.P (alloggi popolari)
  • Assegno di maternità per le casalinghe
  • Assegno nucleo familiare (con 3 figli minori)
  • Assistenza alunni H24
  • Bonus nuovi nati
  • Borse di studio per scuole 1° grado
  • Borse Lavoro – bandi – graduatorie
  • Contributi alloggi in locazione
  • Distretto Socio-Sanitario D43 Piano di zona 2013 – 2015
  • Fornitura libri di testo
  • Gestione agevolate tariffe elettroniche e gas
  • Interventi malati SLA
  • Mensa scolastica
  • Piano di azione e coesione (P.A.C.) – Infanzia
  • Piano di azione e coesione (P.A.C) – Anziani
  • Progetti disabilità gravissima
  • Progetto “Dopo di noi”
  • Progetto Home Care Premium – Assistenza domiciliare.
  • Progetto O.R.A. lavoro
  • Progetto P.I.P.P.I
  • Reddito di Inclusione (REI)
  • Ruoli buoni libri
  • S.P.R.A.R (sistema protezione richiedenti asilo rifugiati)
  • Trasporto alunni – Pendolari
  • Trasporto portatori di handicap.